NOVITA' Rel. 2010

cliccare per il Download ed altre info sul Software release 2010   #########

GENERALE
- Integrato gratuitamente il programma CDG Win Light.

INPUT
- Impalcati: incrementato il numero  massimo di fili fissi  (da 500 a 1000) ed il numero massimo di travi per piano  (da 500 a 2000).
- Nuova colormap per identificare il tipo elemento (principale, secondario, etc..).

CALCOLO
- Calcolo automatico con esecutivi: dopo il calcolo delle caratteristiche vengono lanciate tutte le fasi di disegno esecutivo per completare tutte le verifiche, dalle gerarchie delle resistenze alle riverifiche SLE.

- Calcolo del momento e del taglio resistente con le effettive armature per le pareti a taglio in c.a..

- Preview degli esecutivi di: Nodi, Esecutivi Unifilari ed Esecutivi a Spessore.
- Comandi per posizionare o rendere visibili/invisibili: la tabella delle prescrizioni, la vista 3D del nodo, l'esecutivo del telaio 3D, l'unifilare con i nodi 3D.

GESTIONE TAVOLE
- Gestione di ridisegno veloce con pan e zoom dinamici istantanei.
- Potenziata la fase di copia attributi. E' anche possibile copiare l'ascissa o l'ordinata di un disegno su un gruppo di altri disegni selezionati dall'utente.
- Potenziato il comando per spostare e cancellare un gruppo di dxf selezionati dall'utente.
- Inserita ComboBox della lista delle tavole presenti nel progetto per poter navigare tra le tavole.
- Inserito Nuovo Comando per il Copia & Incolla di gruppi di disegni da una tavola ad un'altra.

STAMPE
- Migliorata la fase di stampa del criterio di progetto di Travi / Pilastri / Setti.

ESECUTIVI
- Definizione automatica perimetri Megapiastre.
- Nodi Metallici
- Migliorata la fase di rigenerazione delle sottostrutture: la rigenerazione con una differente selezione di aste non implica la ridefinizione dei nodi.
- Inseriti controlli di congruenza dei dati tra struttura spaziale e sotto-strutture in NodMet.
- Visualizzazione dei nodi metallici inseriti nella vista 3D dell'intera struttura, per valutare spazialmente l'interazione geometrica del nodo metallico con le aste e/o gli  altri nodi metallici.
- Visualizzazione ed Esecutivo 3D del singolo telaio comprensivo dei nodi metallici con aste a spessore o unifilari.
- Interazione vista 3D Input Nodi metallici: cliccando sul nodo è possibile spostarsi dalla vista 3D direttamente all'input di una determinata sottostruttura a cui il nodo appartiene.
- Nuovo comando per la creazione, dalla Vista3d della struttura, del dxf a linee nascoste della intera struttura o di una sua porzione.
- Migliorato il disegno esecutivo dell'unione metallica: adesso è automaticamente corredato anche della vista 3D del nodo stesso.

#########
######### #########


cliccare per il Download ed altre info sul Softwarerelease 2010/b

- Nuovo modulo Murature armate secondo le NTC 2008. Il modulo comprende anche il disegno esecutivo delle pareti complete delle armature.


cliccare per il Download ed altre info sul Softwarerelease 2010
######### - Calcolo dei cedimenti e portanza per le piastre di fondazione di forma qualsiasi.

- Nuovo modulo di calcolo per l'analisi non lineare di tutta la fondazione.

cliccare per il Download ed altre info sul Softwarerelease 2010

STAMPE FORMATO EXCEL
Sono state notevolmente potenziate le uscite formato Excel. Dalla toolbar del menù principale è possibile stampare l'elenco prezzi, l'analisi prezzi, il computo, il libretto e il Sal (con o senza formule, con descrizione completa/sintetica o succinta e altre opzioni) in formato Excel nativo.

CARATTERI SPECIALI NELLE DESCRIZIONI E FORMULE
E' stata potenziata la possibilità di poter inserire caratteri speciali nelle descrizioni e nelle formule (alfa, omega, mu, sigma etc..).

GESTIONE RETI ELETTROSALDATE
Con questa versione l'ACR è in grado di gestire oltre ai ferri (tondini) e ai profilati anche le reti elettrosaldate a maglie quadrate. La procedura è identica ai profilati (dai mq di rete utilizzata viene calcolato il peso in kg).

GESTIONE NOTE IN STAMPA
Per ciascun documento di stampa (elenco, computo, libretto, etc..) è possibile assegnare delle note che verranno visualizzate ogni qualvolta si avvia la Gestione Stampe .
La procedura (tipo Post-It) permette di inserire più note per ciascun documento con la possibilità di avvisare in automatico la presenza delle note ogni qualvolta si avvia la Gestione Stampe.

STAMPA COMPUTO METRICO / LIBRETTO
Quando si seleziona l'opzione Stampa Colore Righe Evidenziate, è possibile scegliere il colore dell'evidenziazione, in modo tale che verranno riportate in stampa solamente le registrazioni nelle cui formule è presente almeno una riga con quel colore (1 giallo, 2 verde, 3 azzurro).

STAMPA LIBRETTO MISURE PER CATEGORIA
La stampa del libretto delle misure può essere fatta anche in ordine di categoria. L'ordine di stampa sarà funzione della categoria di appartenenza di ciascuna registrazione, sia nel caso di un solo libretto, che nella stampa complessiva di tutti i libretti. Se la registrazione nel libretto ha categoria nulla viene considerata quella dell'elenco prezzi.

STAMPA QUADRO COMPARATIVO
Nella stampa del Quadro Comparativo, tra progetto e perizia, viene avviata una gestione per stabilire, in maniera corretta, la corrispondenza delle Somme a Disposizione dell'Amm.ne tra progetto e perizia.

ADEGUAMENTO PROGETTI ALLA NUOVA GESTIONE LAVORI A CORPO
Tramite la procedura Adeguamento Progetto, in Utilità, è possibile convertire un progetto, fatto con la vecchia gestione dei lavori a corpo (C1001.001.001), nella nuova gestione. Le registrazioni del paragrafo, costituenti il singolo corpo d'opera, vengono trasferiti come dettaglio della partita contabile (il cui codice rimane invariato: C1.001.001.001).

GESTIONE ELENCO PREZZI
In elenco prezzi, come in computo, le voci possono essere marcate con diversi colori (fino ad un max. di 5) permettendo, in tal modo, di evidenziare uno o più gruppi di voci di elenco.

#########
######### #########

cliccare per il Download ed altre info sul Softwarerelease 2010

Il Piano di Manutenzione è il documento complementare al progetto esecutivo che prevede, pianifica e programma, tenendo conto degli elaborati progettuali esecutivi effettivamente realizzati, l'attività di manutenzione dell'intervento al fine di mantenerne nel tempo la funzionalità, le caratteristiche di qualità, l'efficienza ed il valore economico. Con questa definizione il Regolamento di attuazione (DPR 554/99) della legge quadro in materia di lavori pubblici ha introdotto il nuovo strumento che è ormai parte integrante dei progetti esecutivi delle opere pubbliche.

Proprio per affrontare questa problematica la STS, azienda leader nella produzione di software per l'edilizia, ha realizzato il programma MaintPRO per la redazione dei piani di manutenzione conformi all'art.40 del DPR 554/99.

Inoltre in seguito all'entrata in vigore delle Norme Tecniche per le Costruzioni 2008 (D.M. 14 gennaio 2008 e Circolare Esplicativa n. 617, 2 febbraio 2009), unitamente agli elaborati progettuali, va depositato al Genio Civile il Piano di Manutenzione della parte strutturale dell'opera.

MaintPRO permette la redazione del Piano di Manutenzione della parte strutturale dell'opera da realizzare secondo i dettami delle nuove NTC 2008.

Il programma è stato realizzato in maniera da non porre vincoli restrittivi al progettista che, sfruttandone la grande flessibilità, può utilizzarlo per la redazione del piano di manutenzione di qualsiasi opera pubblica. Le stampe della Relazione generale, del Sottoprogramma degli interventi, del Sottoprogramma dei controlli, del Sottoprogramma delle prestazioni, del Manuale di manutenzione e del Manuale d'uso sono realizzate in formato RTF e quindi facilmente accessibili da Windows.

Efficace è la procedura di importazione dei dati dal computo metrico creato in ACR Win. Infatti l'utente ha la possibilità di associare, alle singole voci di computo, le schede dell'Archivio Generale di MaintPRO in modo da redigere direttamente il Piano di manutenzione, potendo inoltre importare da ACR Win i Dati Generali del computo.

All'interno del programma WinSAFE, nell'input delle voci Misure in Dotazione all'Opera, Misure Preventive e Protettive e Dati degli Elaborati, è possibile aprire l'Archivio Generale di MaintPRO andando così a comporre velocemente il Fascicolo dell'Opera.

La redazione del Piano di Manutenzione della struttura è estremamente semplice sfruttando le funzionalità già presenti per la composizione del piano di manutenzione, come richiesto dall'art. 40 del DPR 554/99.

E', infatti, disponibile la procedura automatica di importazione, dagli applicativi strutturali (CDS Win, CDMa Win) in MaintPRO, che permette di ottenere direttamente il piano di manutenzione per la struttura esaminata, attraverso il dettaglio manutentivo degli elementi strutturali che la costituiscono (piastre, travi, pilastri, etc..).

MaintPRO è stato realizzato in modo da poter redigere il piano di manutenzione di una qualsiasi opera. Con semplici procedure il piano di manutenzione può essere dettagliato per uno o più corpi d'opera a secondo se, per l'intera opera, è prevista la realizzazione solo di strutture omogenee o se l'opera comprende strutture e infrastrutture di diversa tipologia.

Con un unico input, guidato in tutte le sue fasi, si ha la possibilità di creare sia l'Anagrafica che l'Indice dell'Opera, gestire il programma di manutenzione, redigere il manuale d'uso e di manutenzione e produrre tutti i documenti richiesti dalla Legge.

######### ######### #########
######### ######### #########